Pensieri e parole in valigia

Emma Fenu

Sono Emma, nata e cresciuta respirando il profumo del mare di Alghero, ora vivo, felicemente, a Copenhagen. Ogni quattro o cinque anni, la mia vita subisce una vera rivoluzione: mi trasferisco in un nuovo paese. Ho vissuto, in precedenza, in Medio Oriente, in luoghi di estremo interesse culturale e storico, che mi hanno permesso di sentirmi “cittadina del mondo”. Sono laureata in Lettere e Filosofia, ho conseguito un Dottorato in Storia delle Arti, insegno Lingua Italiana a stranieri, studio da anni Storia delle Donne e Letteratura al femminile e mi occupo di Iconografia, nel perenne ed affascinante tentativo di sciogliere enigmi millenari ed interpretare simboli criptici. In me si fondono, in una bizzarra alchimia, note contrastanti, grazie alle quali sono capace di reinventarmi sempre: sono sognatrice e ironica, idealista e consapevole, empatica e complessa, pragmatica e creativa. Amo immensamente leggere, scrivere recensioni, interviste, articoli, saggi, romanzi e organizzare eventi. Ho pubblicato un romanzo inchiesta, “Vite di Madri”, sul lato oscuro della maternità”, e un romanzo di formazione “Le dee del miele”, una saga familiare ambientata in Sardegna fra miele, farina, sangue e misteri.

Benvenuti nel mio mondo, una valigia, traboccante di idee e parole, sempre pronta per partire alla volta di una nuova avventura.

Viaggiare in treno con Tess D’Uberville

Basta un libro ben scritto per attraversare spazi e secoli cavalcando il fruscio della carta. I lettori lo sanno. Accoccolati su una poltrona, con il gatto sulle ginocchia, o sdraiati sull’erba umida di un prato, accarezzati da tiepidi raggi di un sole primaverile anelato, o seduti nel silenzio magico di una biblioteca, è sempre il momento di alzarsi in volo,… Leggi tutto

La mia Africa. Sulle tracce di Karen Blixen

Fu un caso.   O forse no. Talvolta agiamo governati da ricordi sopiti, seguendo, inconsapevolmente, tracce appena percettibili, in bilico fra la memoria e il sogno. Con la gota destra appoggiata al finestrino, distinguevo solo nero d’ebano fra me e l’infinito. Ricordai distintamente l’incipit solo verso le due mattino, seduta sull’aereo che, da Istanbul, mi conduceva a Mombasa. “In Africa… Leggi tutto

”Accabadora” di Michela Murgia, il fascino di una storia senza tempo

C’è una Sardegna che non ho mai vissuto.   E’ un mondo lontano nel tempo, fatto di stradine tortuose, in cui donne chiuse nei loro scialli, come in una tela di ragno, si recano presso minuscole botteghe che sanno di mandorle e miele; in cui i bambini corrono svelti e scalzi, con il naso intinto di mosto; in cui anche gli… Leggi tutto

‘La principessa che credeva nelle favole. Come liberarsi del proprio principe azzurro’

Ogni favola è possibile, basta crederci e lottare affinché si realizzi.   Basta non interrogarsi sulle capacità di volo di una slitta trainata da renne, ma essere consapevoli che un dono arriva, comunque, da lontano, dal cuore di chi ce lo porge, attraverso le galassie sconfinate dell’affetto. Tuttavia, non si deve restare incastrati nel proprio sogno, forse ce ne spetta… Leggi tutto

Che cosa è il dolore? Viaggio nel senso profondo della vita

‘Il dolore è ancor più dolore se tace‘. Giovanni Pascoli   Oggi vi scrivo di viaggi introspettivi e di dolore: quest’ultimo, inteso nella sua pluralità di accezioni e definizioni, è materia in merito alla quale un accanito lettore può dissertare con una certa, se pur meramente teorica, competenza.   In primis, perché leggere è anche uno strumento terapeutico, che aiuta a… Leggi tutto

‘La casa dei cento Natali’ di Maria Fida Moro e la fiducia nel potere delle parole e delle azioni

‘Leggere è comunicare’. Mi pare fosse questo il titolo del libro di lettura che ogni giorno occupava uno spazio nella mia cartella, ai tempi della scuola elementare. Ad essere onesta, mi sorgono molti dubbi sull’esistenza di un testo scolastico così denominato, eppure, nella mia mente, i caratteri si compongono, su una copertina color pastello, diversa per ogni anno, fino a… Leggi tutto

”Donne che amano troppo”, quando si tenta di lenire la paura dell’abbandono con un tentativo, esasperato, di controllo

Sono cresciuta nella convinzione che l’amore non fosse mai troppo. A volte troppo poco, certo. Ma, in sostanza, incommensurabile, come quello di un Dio Padre e di una Dea Madre, di cui i genitori sono lo specchio tangibile e il modello da imitare.   “La misura dell’amore è amare senza misura”. Sant’Agostino   Non a caso, se pur inconsapevolmente, da adulta,… Leggi tutto

”Mille splendidi Soli”di Khaled Hosseini, un libro sulla violenza contro le donne

Ogni libro è una storia. Ogni libro, tuttavia, ha, anche, una storia, in qualità di oggetto, fatto di carta, ancora inerte, in attesa di essere letto e divenire parola viva. Attraversa secoli, lustri o solo giorni, prima di arrivare, dalla stamperia, alle mani del primo o dell’ennesimo lettore, trasmesso, spesso, da altre mani. “Mille splendidi Soli”, scritto dall’ormai rinomato Khaled Hosseini nel… Leggi tutto

Utenti online